.
Annunci online

 
SandroFeola 
La comunicazione avviene solo quando, oltre al messaggio, passa anche un supplemento di anima
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Opus Dei
Cardinale Sean O'Malley
  cerca

Riflessioni

________


Profilo Facebook di Sandro Feola


"Tutte le cose di questo mondo non sono altro che terra. Mettile in mucchio sotto i tuoi piedi e ti ritroverai più vicino al cielo."

Locations of visitors to this page

 

Disclaimer
Tutte le immagini sono prese liberamente dal web e rielaborate personalmente. Il proprietario del blog si dichiara disponibile a rimuoverle nel caso ledessero un diritto d'autore, allo stesso modo è disposto a indicarne gli autori, qualora ne venisse fatta richiesta. Ogni eventuale segnalazione può essere inoltrata all'email: sandrofeola@msn.com . Il proprietario del blog dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi al proprietario del blog, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001.


 


 

Diario | La citazione | Riflessioni | - |
 
Diario
347219visite.

1 marzo 2007

La maestra? Un nuovo requisito per l'assunzione..

Sentire notizie del tipo: “maestra taglia la lingua a proprio alunno” e  “maestra fa leccare l’urina a bambino autistico”, mi hanno fatto venire in mente gli anni alle elementari e il ricordo della mia maestra. A volte, quando facevamo esaurire la sua enorme pazienza, la signora Marano ci rifilava degli sganassoni che lasciavano i segni sulle nostre guance. Eppure la maestra ci voleva un gran bene, in noi era chiara la  percezione di quell’affetto, di una sua particolare attenzione, della sua apprensione per la nostra preparazione ma anche per il nostro bene fisico. Era davvero la nostra seconda mamma.

Altri tempi? Non credo. Anche oggi ci sono maestre così. Ma se potessi, al ministro Fioroni direi che è arrivato il momento di prevedere anche l’amore per i bambini tra i requisiti per l’ammissione all’insegnamento nelle scuole primarie. Si può fare? Si può misurare l’amore per il prossimo? Si può valutare quanto un maestra sia vocata al mondo dei fanciulli? Magari fosse possibile….




permalink | inviato da il 1/3/2007 alle 13:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
sfoglia
febbraio        aprile