.
Annunci online

 
SandroFeola 
La comunicazione avviene solo quando, oltre al messaggio, passa anche un supplemento di anima
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Opus Dei
Cardinale Sean O'Malley
  cerca

Riflessioni

________


Profilo Facebook di Sandro Feola


"Tutte le cose di questo mondo non sono altro che terra. Mettile in mucchio sotto i tuoi piedi e ti ritroverai più vicino al cielo."

Locations of visitors to this page

 

Disclaimer
Tutte le immagini sono prese liberamente dal web e rielaborate personalmente. Il proprietario del blog si dichiara disponibile a rimuoverle nel caso ledessero un diritto d'autore, allo stesso modo è disposto a indicarne gli autori, qualora ne venisse fatta richiesta. Ogni eventuale segnalazione può essere inoltrata all'email: sandrofeola@msn.com . Il proprietario del blog dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi al proprietario del blog, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001.


 


 

Diario | La citazione | Riflessioni | - |
 
Diario
1visite.

3 marzo 2007

The Queen, ritratto di una grandissima donna.

L’oscar che Helen Mirren ha conquistato come miglior attrice protagonista, mi ha spinto a guardare il film, The Queen, dove l’attrice inglese interpreta Elisabetta d’Inghilterra. Il film è davvero ben fatto e l’interpretazione della Mirren è davvero eccezionale, non a caso ha avuto il prestigioso riconoscimento. Dal film, però, non emerge solo la magistrale recitazione dell'attrice, ma soprattutto la figura, sempre vista con sufficienza, di questa grandissima donna che è Elisabetta d’Inghilterra.

Ed è davvero interessante osservare questa regina relazionarsi con un giovanissimo e neo-eletto primo ministro come Tony Blair (consulente del film) che rimane affascinato, lui laburista e modernizzatore,  dalla fermezza, dalla dignità e dal profondo senso del dovere di questa donna  totalmente dedita a servire il suo paese.

E’ fin troppo facile cavalcare i sentimenti comuni, speculare sulla commozione e sulla suggestione popolare; è fin troppo facile assecondare demagogicamente e senza lungimiranza i capricci del popolo che sono tanto intensi quanto transitori. Elisabetta d’Inghilterra è stata ed è regina in ogni momento, sia quando il popolo ha sofferto negli anni della guerra, sia quando il popolo è sceso in piazza per salutare Diana Spencer. Lei è sempre stata là con la stessa fermezza e la stessa dignità, tanto da apparire gelida, a regnare per il suo popolo. Questo film fa giustizia di tante banalità su una grande, grandissima donna. 




permalink | inviato da il 3/3/2007 alle 10:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
sfoglia
febbraio        aprile