.
Annunci online

 
SandroFeola 
La comunicazione avviene solo quando, oltre al messaggio, passa anche un supplemento di anima
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Opus Dei
Cardinale Sean O'Malley
  cerca

Riflessioni

________


Profilo Facebook di Sandro Feola


"Tutte le cose di questo mondo non sono altro che terra. Mettile in mucchio sotto i tuoi piedi e ti ritroverai più vicino al cielo."

Locations of visitors to this page

 

Disclaimer
Tutte le immagini sono prese liberamente dal web e rielaborate personalmente. Il proprietario del blog si dichiara disponibile a rimuoverle nel caso ledessero un diritto d'autore, allo stesso modo è disposto a indicarne gli autori, qualora ne venisse fatta richiesta. Ogni eventuale segnalazione può essere inoltrata all'email: sandrofeola@msn.com . Il proprietario del blog dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi al proprietario del blog, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001.


 


 

Diario | La citazione | Riflessioni | - |
 
Diario
1visite.

2 aprile 2009

Spazio a 'questo' sogno..

Roma, 2 aprile 2005, dopo una lunga agonia, muore Giovanni Paolo II. Più di due milioni e mezzo di persone raggiungono la capitale e si riversano su San Pietro per l’ultimo saluto. Quale ragione li ha spinti? Per quale motivo tanti uomini e tantissimi giovani sono rimasti in coda anche due giorni ad aspettare, ad attendere il loro turno, per l’ultimo saluto?

C’è una specie di follia in quel confluire in massa verso Roma. Follia, che precede la razionalità. Follia di chi non smette di sognare quel che ha intuito di notte, e vive il suo mattino come un prolungamento dell’alba, del suo “vedere” speciale.

Prima ancora di cercare un messaggio religioso, prima ancora di riconoscersi nella Chiesa Cattolica e nei suoi riti, milioni di persone nel mondo hanno amato Karol Wojtila per questo motivo: per come è riuscito a dare spazio a questo sogno.

'Sine Die'




permalink | inviato da sandrofeola il 2/4/2009 alle 11:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
sfoglia
marzo        luglio