Blog: http://SandroFeola.ilcannocchiale.it

Follini nel PD? Snaturamento deciso in solitudine.

Il senatore Follini ci ha abituato ad una serie di rapidissime “evoluzioni” politiche: da “alternativa al centrosinistra”, così come lui stesso definì l’Italia di mezzo, ha portato tutto il partito a votare la fiducia al peggior governo di centrosinistra che la storia del paese ricordi; da formazione politica espressione di una tradizione democraticocristiana attenta alle problematiche della famiglia, sta portando l’IDM verso il peggiore laicismo, dicendosi pronto a votare il provvedimento legislativo sui “dico” che è, di fatto, un manifesto contro la famiglia naturale e sul quale la CEI ha espresso tutta la sua contrarietà. Per ultimo, l’adesione al Partito Democratico, preannunciata dall’Espresso per la prossima settimana e fatta smentire da un portavoce con un comunicato tanto debole e ambiguo da apparire come una vera e propria conferma di quanto riportato dal settimanale vicino alla sinistra.

Ancora una volta buona parte della dirigenza dell’Italia di Mezzo di Avellino si ritrova ad esprimere tutto il suo sconcerto per i continui mutamenti di rotta e per lo snaturamento del proprio partito e si aspetta da Follini un segnale chiaro di discontinuità rispetto a questa prima fase di vita del partito concepita solo come spostamento a sinistra. La dirigenza inoltre non può che contestare con forza lo scarsissimo spirito democratico con il quale Follini, in completa solitudine, fa e disfa la linea di partito come se si trattasse di cosa propria.

Pubblicato il 27/4/2007 alle 16.18 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web