Blog: http://SandroFeola.ilcannocchiale.it

Per i bambini mai nati un monumento in ogni comune

Ogni uomo vivente su questa terra è stato un feto ed un embrione. Se mia madre avesse deciso di eliminare l’embrione che ero sottoponendosi ad un aborto, io oggi non esisterei. Se la madre di un qualsiasi bambino vivente di questa terra avesse deciso di abortire, oggi quella madre non avrebbe quel figlio che ha un nome, un volto, un carattere, un modo di essere unico che mai si ripeterà. Abortire, quindi, è un omicidio. Non è, evidentemente, una tesi religiosa o politica, ma il frutto di un semplicissimo ragionamento logico. E allora ben venga il sacrario per i bambini mai nati voluto dall’amministrazione comunale di San Martino Valle Caudina, anzi ogni amministrazione comunale dovrebbe inaugurarne uno. E i tre deputati della sinistra democratica che non hanno condiviso l’iniziativa presentando una qualche interrogazione parlamentare, sappiano anche loro che sono stati embrioni. E che se le loro madri avessero deciso di abortire oggi non esisterebbero. Sarebbe stato un omicidio, senza alcuna ombra di dubbio.

Pubblicato il 19/10/2007 alle 15.35 nella rubrica Riflessioni.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web