Blog: http://SandroFeola.ilcannocchiale.it

Quando i giovani del Sud saranno uguali a quelli del Nord

No, non abbiamo nulla da festeggiare. Ma proprio nulla. Lo so, è la solita litania. Fa niente, giova ripeterla: i nostri giovani sono costretti ad emigrare, le nostre aziende arrancano per la mancanza di infrastrutture adeguate, i nostri imprenditori non sono nelle condizioni per poter investire e per poter offrire occupazione.

Ancora? Certo. Abbiamo assistito in questi ultimi anni al saccheggio dei fondi FAS, ben agevolato – ahinoi – da classi dirigenti locali che hanno dimostrato di essere inadeguate a gestire la cosa pubblica e a spendere le risorse a disposizione. E allora i partiti che ambiscono a risolvere la questione meridionale facciano la loro parte, fino in fondo. Perché l’unità d’Italia esiste solo sulla carta, nei fatti non c’è; il Sud non c’è.

Quando avremo ottenuto il riscatto del Popolo meridionale, quando la nostra economia sarà sullo stesso livello di quella settentrionale, solo allora potremo festeggiare. Quando i nostri giovani saranno uguali a quelli del nord potremo anche brindare.

Pubblicato il 17/3/2011 alle 10.46 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web