Blog: http://SandroFeola.ilcannocchiale.it

Matrimoni gay e diritto naturale..

Coloro che sostengono che sia giusto riconoscere il diritto a sposarsi a due persone dello stesso sesso partono dal presupposto che non esista un diritto naturale che sancisce che a contrarre matrimonio debbano essere unicamente due persone di sesso diverso. Ma allora, se va riconosciuto il diritto a due uomini o a due donne di sposarsi, va riconosciuto eventualmente anche il diritto a tre uomini, se lo chiedessero, di contrarre matrimonio, o a due donne e un uomo, o a tre uomini e due donne, o a quattro uomini e una donna. Infatti, se il diritto naturale non esiste, non esiste una norma non scritta che sancisce che a sposarsi debbano essere in due. E andrebbe riconosciuto anche il diritto di sposare un animale. Che so, due donne, un uomo e uno scimpanzé...

Pubblicato il 25/6/2011 alle 20.45 nella rubrica Riflessioni.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web