Blog: http://SandroFeola.ilcannocchiale.it

La morte di un tiranno

Muore #Fidel Castro. I profughi cubani, quelli che sono riusciti a scappare dalla ferocia del regime comunista, oggi festeggiano per le strade di Miami. I cubani che sono rimasti a L'Avana vorrebbero festeggiare, ma non possono, essendo costantemente minacciati da quella Gestapo locale organizzata da tal Ernesto Che Guevara, il criminale che per annientare i dissidenti agli albori del regime mise su alcuni campi di concentramento stile Terzo Reich nei quali poneva in essere ogni tipo di nefandezza.

Muore uno degli ultimi tiranni comunisti che, vinta una dittatura, ne ha instaurata un'altra peggiore della precedente, per poi ridurre il suo popolo alla prigionia, alla misera e alla fame. Muore e lascia il potere al fratello: un po' dittatura, un po' monarchia assoluta.

Amnesty international non ha mai mancato nei suoi rapporti di denunciare tutto ciò. Ma la disonestà intellettuale dei comunisti di noialtri ha fatto sì che il lider maximo e il suo Che Guevara diventassero una sorta di mito. Non sanno che i cubani un po' ridono e un po' si indignano quando racconti loro che c'è chi in Italia indossa quelle magliette con l'effige del nazicomunista

Pubblicato il 28/11/2016 alle 16.36 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web